VoiceXML Italian User Group

Home page  VoiceXML Links  VoiceXML Tutorial  News dai Working Groups Voice Browser e Multimodal Interaction del World Wide Web Consortium  Articoli  Accessibilita' del web mediante la voce

Libri Voice & Speech technologies  La nostra Newsletter  Il nostro Forum  Contatti  Gli eventi a cui lo User Group ha partecipato o partecipera'  Parlano (speriamo bene:-)) di noi...

DevSpy.com - Information Technology per gli sviluppatori Windows



Sintesi del Convegno "webxtutti: dall' accessibilità dei contenuti all'accessibilità dei servizi"
20 Giugno 2003 - Roma, Aula Magna del Ministero delle Comunicazioni.


Ho partecipato come relatore al Convegno, "webxtutti: dall' accessibilità dei contenuti all'accessibilità dei servizi" (http://www.webxtutti.it/programma.htm Aula Magna del Ministero delle Comunicazioni, organizzato dalla Fondazione Ugo Bordoni.

L'incontro è stato molto interessante per scoprire che quest'anno 2003 è l'Anno Europeo del Disabile.
È interessante capire quali sono le iniziative in corso in Italia. Le maggiori novità sono sul versante legislativo, anche se ancora bloccate in parlamento, si tratta principalmente di due iniziative di legge, l'iniziativa governativa del Ministro Stanca e la legge Campa-Palmieri. (vedere il sito http://www.webaccessibile.org/ per informazioni al riguardo. Questo sito è nato da un'idea di Roberto Scano (IWA/HWG) e Marco Trevisan (Bazzmann.com), con il coordinamento a cura di Patrizia Bertini ed e' attualmente coordinato da Roberto Castaldo che ricopre l'incarico per conto di IWA/HWG).

Erano presenti al convengo l'on. Palmieri che ha illustrato la sua proposta e un funzionario governativo, Dott. Paolo Vigevano, che ha illustrato l'iniziativa Stanca.

L'obiettivo è richiedere che i siti Web delle Pubbliche Amministrazioni e dei servizi di pubblica utilità debbano essere adeguati alle norme che regolano l'accessibilità Web per favorirne l'accesso a persone non abili.
Inoltre in commissione parlamentare sono poi presenti innumerevoli altre proposte che cercano di estendere questa richiesta ad altre realtà quali la scuola e la produzione di prodotti informatici in genere.

Il W3C è stato citato a più riprese, infatti l'adeguamento richiesto fa riferimento esplicito alle linee guida promosse dal WAI (Web Accessibility Initiative) di W3C (http://www.w3.org/WAI).

Molto interessante l'intervento di Emily Dixon (UsableNet), la quale ha illustrato la natura del US Section 508, la norma federale americana che regola questa materia e quali difficoltà incontri nell'essere applicata negli USA. La ditta Usablenet ha prodotto alcuni SW per testare l'accessibilità dei siti e durante la relazione ha mostrato i risultati molto deludenti su alcuni siti italiani quali Trenitalia e Ministero della Salute.
Lo strumento è molto interessante ed efficace nel mettere in luce tutte le incompatibilità che una pagina Web può contenere, documentando l'errore e collegandolo con i documenti del W3C.

Gli altri interventi hanno messo in luce aspetti particolari quali l'accessibilità in voce (Loquendo), l'uso dei motori di ricerca per i sordi (FUB), i forum di discussione (Diodati.org), l'accessibilitànell'e-learning, ecc.

Un intervento di carattere legale, ma molto pungente di analisi delle proposte Stanca e Campa-Palmieri con l'ottica di applicabilità della legge e' stato proposto dall'avv. Lorenzo Spallino, di cui e' possibile leggere un intervento completo su ITLists.org all' URL http://itlists.org/archives/pdl3486/200304/0001.php3. L'intervento ha messo in luce gravi lacune sia semantiche (su come è scritto il testo di legge) sia di applicabilità della legge stessa. In particolare la proposta Stanca (che è la più vicina all'approvazione) è di fatto inapplicabile perché non prevede norme restrittive a chi non si adegua alla legge e di fatto rende la materia non perseguibile. La Campa-Palmieri invece ha lacune semantiche, quindi usabili poi dagli avvocati per limitarne l'efficacia.



Paolo Baggia, rappresentante di Loquendo ai W3C VBWG e MMIWG.